NEWS & EVENTI


NEWS 18/03/2024
CBAM: Q&A RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE RITARDATA
La Commissione Europea ha comunicato in data 29 gennaio di essere al corrente che problemi tecnici al registro CBAM hanno impedito ad alcune aziende di caricare le rendicontazioni dovute entro il 31 gennaio.

FESI – Federation of European Sporting Goods Industry, di cui Assosport è membro fondatore, ha predisposto un sintetico documento di Q&A in seguito all’estensione di 30 giorni per la presentazione della relazione CBAM concessa a coloro che incontrino problemi tecnici nella fase di caricamento delle rendicontazioni.

Ricordiamo infatti che la Commissione Europea ha comunicato in data 29 gennaio di essere al corrente che problemi tecnici al registro CBAM hanno impedito ad alcune aziende di caricare le rendicontazioni dovute entro il 31 gennaio.
Per facilitare tali imprese, dal 1° febbraio sarà resa disponibile una nuova funzionalità sul registro transitorio che consentirà di richiedere la presentazione ritardata (request delayed submission), concedendo ulteriori 30 giorni per presentare la relazione CBAM.

La CE invita comunque le imprese che non riscontrano problemi tecnici di rilievo a presentare la loro relazione CBAM entro la fine del periodo di riferimento. In linea con il regolamento di esecuzione (UE) 2023/1773 che disciplina il periodo transitorio, sarà possibile modificare o integrare le prime tre relazioni CBAM fino al 31 luglio 2024.


COS’E’ il CBAM

Con il Regolamento (UE) 2023/956 del Parlamento europeo e del Consiglio del 10 maggio 2023, pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il 16 maggio 2023, è stata introdotta una nuova entrata fiscale destinata al bilancio dell’Unione europea basata sul così detto “meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere” denominato CBAM (“Carbon Border Adjustment Mechanism”).

Tale Regolamento rappresenta un elemento essenziale del Green Deal europeo, in cui si colloca l’insieme di proposte “Fit for 55” che mirano a ridurre, entro il 2030, le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% rispetto ai livelli del 1990 e di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Il nuovo tributo ambientale è finalizzato a garantire che gli sforzi di riduzione delle emissioni di gas serra in ambito Ue non siano contrastati da un contestuale aumento delle emissioni al di fuori dei suoi confini per le merci prodotte nei Paesi extra UE che vengono importate nell’Unione europea.

Il meccanismo CBAM comporta l’applicazione di un prezzo per le emissioni incorporate nei prodotti di alcune tipologie di industrie, paragonabile a quello sostenuto dai produttori unionali nell’ambito del vigente sistema di scambio delle quote di emissione (EU ETS).

Il Regolamento prevede due fasi d’implementazione:
•    la fase “transitoria”, che ha inizio con la data di entrata in vigore del Regolamento (1° ottobre 2023) e terminerà il 31 dicembre 2025. In tale periodo transitorio il tributo non sarà applicato alle merci importate, ma saranno solo acquisite informazioni sulle quantità dei prodotti in entrata soggetti al CBAM, compresa la valutazione delle emissioni incorporate. In tale fase inizierà l’attività di autorizzazione dei soggetti obbligati da parte delle autorità competenti nazionali (in Italia ha sede presso il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica);
•    la fase “definitiva”, dal 1° gennaio 2026
, quando il meccanismo entrerà in funzione in maniera definitiva. In base a quanto previsto dal Regolamento, la prima dichiarazione CBAM, relativa alle merci importate nell'anno civile 2026, dovrebbe essere presentata entro il 31 maggio 2027.

Nel periodo iniziale tali previsioni si applicheranno ad un numero ristretto di merc
i la cui produzione è caratterizzata da un’alta intensità di carbonio: cemento, prodotti siderurgici, alluminio, fertilizzanti, energia elettrica e idrogeno.
Durante la prima fase transitoria che inizierà il prossimo 1°ottobre 2023, gli operatori individuati nell’articolo 2 del Regolamento di Esecuzione, Reg. (UE) 2023/1773 (l’importatore o il rappresentante indiretto), saranno tenuti a raccogliere i dati su base trimestrale e a trasmetterli alla Commissione: il primo rapporto, con dati riferiti al quarto trimestre 2023, dovrà essere inviato entro la fine del mese di gennaio 2024.

Successivamente, cioè dal 1° gennaio 2026, tali soggetti dovranno, una volta autorizzati, dichiarare ogni anno la quantità di merci soggette a CBAM importate nell’anno civile precedente e i dati delle emissioni di anidride carbonica incorporate. Quindi, dovranno restituire un numero di certificati CBAM corrispondente a quanto dichiarato, il cui prezzo sarà calcolato in base al prezzo medio delle quote EU ETS espresso in €/tonnellata.

Visto l’impatto di tali previsioni normative, si confida nel costante aggiornamento da parte di tutti gli stakeholder coinvolti, attraverso la consultazione del sito internet del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica nonché della presente pagina web dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.






ALTRE NEWS

  • NEWS11/04/2024
    ACCADEMIA OUTDOOR PRO 2024: apprezzato il cambio formatGrande soddisfazione espressa dai retailers e dai brand presenti a Verona ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS11/04/2024
    GET IP AND PLAY PATENT BOX: Q&A SUL NUOVO REGIME FISCALE AGEVOLATOAbbiamo rivolto alcune delle domande più frequenti in tema di Patent Box e deduzione sulle spese legate agli strumenti di propriet ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS08/04/2024
    ACCADEMIA OUTDOOR PRO 2024: SONO APERTE LE ISCRIZIONI!8 APRILE HOTEL EXPO VERONA ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS18/03/2024
    CBAM: Q&A RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE RITARDATALa Commissione Europea ha comunicato in data 29 gennaio di essere al corrente che problemi tecnici al registro CBAM hanno impedito ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS25/03/2024
    POOL&FITNESS CONTACT: LA TERZA EDIZIONE IN TOSCANA SI CONFERMA UN SUCC...Castagneto Carducci (LI), 21 e 22 marzo 2024 ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS22/03/2024
    MERCATO BICI, ANCMA: 2023 CHIUDE A - 23%, MA CONFRONTO CON PRE-COVID E... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS06/03/2024
    IL SETTORE FITNESS IN USA ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    DIRETTIVA GREEN CLAIMS: NEGOZIATO INTERISTITUZIONALE RINVIATO ALLA PRO... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS06/03/2024
    COLLETTIVA ITALIANA A IHRSALos Angeles, 6-8 marzo 2024 ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    SPESA PER CAPI SPORTIVI IN NORVEGIA È IL TRIPLO DELLA MEDIA UE ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS21/02/2023
    Riguarda gli interventi dei nostri ospiti all'Assemblea Generale "Lo S...Tanti interventi per raccontare lo sport declinando il tema secondo 5 aree: economia, engagement, innovazione, motivazione e inclu ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS12/02/2024
    PASSAPORTO DIGITALE PER I PRODOTTI TESSILIAperta fino al 16 febbraio 2024 la survey per valutare le categorie di informazioni da includere nel DPP ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS13/02/2024
    PFAS: gli obblighi di rendicontazione negli Stati UnitiL'EPA ha pubblicato nuove regole di rendicontazione che si applicano ai produtttori e importatori anche di prodotti finiti ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS21/03/2024
    POOL&FITNESS CONTACT 2024La terza edizione dell'iniziativa si terrà il 21 e 22 marzo all'interno dell'esclusivo Tombolo Talasso 5* Resort di Castagneto Car ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS08/02/2024
    Prodotti tessili: pubblicata la versione aggiornata della norma sui si...a cura di ZPC srl ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS01/02/2024
    LO SPORT ALLENA ALLA VITARivivi tutte le emozioni della giornata ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS30/01/2024
    Via libera definitivo dal Parlamento europeo: adottata la Direttiva su... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS18/01/2024
    DIGITAL EXPORT ACADEMY PER LE AZIENDE DELLO SPORTSYSTEMParte il 6 febbraio il percorso formativo Digital Export Academy® in collaborazione con ICE Agenzia per la promozione all'estero e ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    GRANDE SUCCESSO PER IL PRIMO IOG VILLAGE A PROWINTERSi è svolta a Bolzano dal 10 al 12 gennaio la fiera Prowinter, fiera B2B di grande rilievo per i negozianti e noleggiatori di arti ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS01/02/2024
    LO SPORT ALLENA ALLA VITAPartecipa all'Assemblea Generale Assosport a Verona il 1 febbraio ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS15/12/2023
    STORIE DI BRAND - SPECIALE MONTAGNA REGISTRA OLTRE 150.000 ASCOLTICon una bella sorpresa anche dal wrapped 2023 ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    ITALIAN VILLAGE A ISPO MUNICH L'IOG di Assosport ha organizzato un Italian Village di 800 mq con 12 brand associati ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    PROWINTER 2024: PRESENTATE TUTTE LE NOVITA'Si è svolta questa settimana la conferenza stampa di presentazione di tutte le novità che andranno in scena in occasione di PROWIN ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    AL VIA ISPO MUNICH 2023!IOG di Assosport organizza un Italian Village nel pad. A3 ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS15/11/2023
    SOSTENIBILITA’, CONFINDUSTRIA: CONSUMATORI GUIDATI DA QUALITA’ E PREZZ... ...
    LEGGI TUTTO




 



 

assosport@assosport.it
Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
c/o CONFINDUSTRIA VENETO
Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572
c.f. 00937310159
assosport@assosport.it
Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
c/o CONFINDUSTRIA VENETO
Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572
c.f. 00937310159