DATI


DATI MERCATO ARTICOLI SPORTIVI
DATI CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA
DATI ECONOMICO-FINANZIARI
ALTRI DATI
DATI CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA
  • CONFINDUSTRIA: INDAGINE RAPIDA CSC - APRILE. SOSTANZIALE STABILIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE IN MARZO (-0,1%), DOPO L'AUMENTO RILEVATO IN FEBBRAIO (+0,6%). CAUTO OTTIMISMO PER I PROSSIMI MESIIl Centro studi di Confindustria all’interno dell’indagine rapida sulla produzione industriale, che trasmettiamo in allegato, rivela una sostanziale stabile attività nell’industria italiana (-0,1%, dopo +0,6% in febbraio e +1,0% in gennaio), ma nel primo trimestre del 2021 si stima un incremento dell’1,0% rispetto al quarto trimestre 2020. Nonostante l’aumento delle restrizioni in Italia l’industria conferma dunque una buona tenuta, in questa fase sostenuta maggiormente dall’accelerazione della domanda estera. La domanda interna, meno dinamica a causa delle limitazioni negli spostamenti e nello svolgimento di alcune attività, incide sul comparto terziario che nel primo trimestre zavorra la dinamica del PIL, attesa in marginale arretramento. Le indagini qualitative (ISTAT e PMI manifatturiero) confermano un cauto ottimismo sull’evoluzione della domanda nei prossimi mesi, in linea con le rassicurazioni del Governo sulla rapida ed efficiente evoluzione della campagna vaccinale. Indagine rapida CSC - 2 Aprile2021.pdf
  • INDAGINE RAPIDA CSC: MODESTA RIPRESA DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE: +1,0% A GENNAIO DOPO UN LIEVE CALO A DICEMBRE (-0,1%). NEL 2020 PEGGIORE CADUTA DAL 2009. PROSPETTIVE INCERTEIl Centro studi di Confindustria all’interno dell’indagine rapida sulla produzione industriale, che trasmettiamo in allegato, rivela che la produzione industriale italiana recupera a gennaio (+1,0%), dopo la sostanziale stagnazione rilevata in dicembre (-0,1%). Nel quarto trimestre del 2020 si è avuta una diminuzione dello 0,8% sul terzo e nel 2020 dell’11,4% sul 2019 (nei dati corretti per gli effetti di calendario), un calo meno forte di quello registrato nel 2009, l’anno della crisi finanziaria internazionale (-18,7%). Alla luce dei risultati dell’indagine, risulta lievemente negativo il contributo dell’industria alla variazione congiunturale del PIL italiano nell’ultimo trimestre del 2020, diminuito del 2,0% secondo le stime preliminari dell’ISTAT. La dinamica tra fine 2020 e inizio 2021 conferma il persistere di un contesto economico debole, soprattutto a causa dell’andamento nei servizi, fortemente penalizzati dalle misure di contenimento introdotte negli ultimi mesi per frenare la crescita dei contagi da Covid-19.Indagine Rapida sulla produzione industriale_3febbraio2021_Confindustria....pdf
  • INDAGINE RAPIDA CSC: LE MISURE DI CONTENIMENTO DEL COVID-19 RIPORTANO IN TERRITORIO NEGATIVO LA DINAMICA DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE IN NOVEMBRE (-2,3%) E NEL 4° TRIMESTREIl Centro studi di Confindustria all’interno dell’indagine rapida sulla produzione industrial, che trasmettiamo in allegato, rivela che le misure di contenimento del Covid-19 riportano in territorio negativo la dinamica della produzione industriale in novembre (-2,3%) e nel 4° trimestre. La produzione industriale italiana, dopo il recupero rilevato in ottobre (+1,2%), torna a diminuire in novembre (-2,3%), a causa della contrazione della domanda conseguente alle misure di contenimento introdotte in Italia e nei principali partner commerciali. Le prospettive per il quarto trimestre sono negative, come mostra l’andamento della fiducia tra gli imprenditori manifatturieri e tra le famiglie, in netto peggioramento specialmente nelle componenti relative alla situazione corrente e alle attese sul contesto economico nei prossimi mesi. Indagine Rapida sulla produzione industriale_1dicembre2020_Confindustria....pdf
  • INDAGINE RAPIDA CSC - 30 OTTOBRE 2020Il Centro studi di Confindustria all’interno dell’indagine rapida sulla produzione industriale, che trasmettiamo in allegato, rivela che si interrompe la crescita dell'attività industriale in settembre (-3,2%), si stabilizza in ottobre (+0,4%). Le prospettive, però, sono tornate negative. La produzione industriale italiana registra il primo stop in settembre, dopo quattro mesi di crescita robusta. Nel terzo trimestre si rileva un rimbalzo del 29,5% rispetto al secondo, mentre il quarto potrebbe segnare una nuova caduta dell’attività in conseguenza del peggioramento del contesto economico generale a causa della recrudescenza dei contagi da Covid-19. Le indagini condotte in ottobre mostrano sia tra gli imprenditori manifatturieri che tra le famiglie una crescente preoccupazione sulle prospettive economiche nei prossimi mesi.Indagine Rapida sulla produzione industriale_30ottobre2020_Confindustria....pdf
  • CONFINDUSTRIA: INDAGINE RAPIDA CSC. PRODUZIONE INDUSTRIALE ITALIANA È DIMINUITA IN MAGGIO DEL 33,8% RISPETTO A UN ANNO PRIMA, DOPO IL -44,3% RILEVATO IN APRILE. NEL SECONDO TRIMESTRE È ATTESA DIMINUIRE DI CIRCA UN QUARTO RISPETTO AL PRIMO.Il Centro studi di Confindustria all’interno dell’indagine rapida sulla produzione industriale, che trasmettiamo in allegato, rileva che con le riaperture di maggio la produzione recupera ma resta lontana dai livelli di un anno fa. Nel secondo trimestre è attesa diminuire di circa un quarto rispetto al primo. In maggio la produzione industriale italiana è diminuita del 33,8% rispetto a un anno prima, dopo il -44,3% rilevato in aprile. Nella media degli ultimi tre mesi, ovvero da quando sono state introdotte le misure di contenimento del Covid-19, il livello dell’indice destagionalizzato della produzione è inferiore del 34,2% rispetto a febbraio. Come atteso, la fine del lockdown e, quindi, la riapertura delle attività manifatturiere che erano ancora sospese, si è tradotta in una lenta ripartenza dell’industria, ancora soffocata da una domanda - interna ed estera - estremamente debole. Nei mesi primaverili, PIL e produzione sono attesi diminuire in misura più forte rispetto a quanto osservato nel primo trimestre. Indagine Rapida sulla produzione industriale_1Giugno2020_Confindustria.pdf




  •  



     

    assosport@assosport.it
    Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
    c/o CONFINDUSTRIA VENETO
    Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572
    assosport@assosport.it
    Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
    c/o CONFINDUSTRIA VENETO
    Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572