NEWS & EVENTI


NEWS 03/04/2020
CRITERIO DI CALCOLO DELLE 9 SETTIMANE DI CASSA INTEGRAZIONE COVID 19
Osservazioni dell'Area Lavoro, Welfare e Capitale Umano di Confindustria

L’area Lavoro, Welfare e Capitale Umano di Confindustria  a seguito delle tante segnalazioni ricevute sul tema del calcolo delle 9 settimane di cassa integrazione covid 19 con riferimento all’unità produttiva o al singolo lavoratore, ritiene utile fare qualche osservazione in merito.

Con il decreto legislativo n. 148 del 2015, la corretta individuazione dell’unità produttiva è diventata funzionale e fondamentale per la richiesta ed il riconoscimento delle integrazioni salariali ivi disciplinate.

Come è ormai noto, per poter accedere alla cassa integrazione guadagni le imprese devono, innanzitutto, censire le proprie unità produttive in base ai criteri – elaborati dalla giurisprudenza - richiamati nelle circolari Inps (cfr. ad es. circ. Inps n. 197/2015, circ. Inps n. 9/2017, mess. Inps n. 56/2017).

Quindi, nel d.lgs. n. 148/2015 il concetto di unità produttiva è divenuto il cardine in relazione al quale si determinano molti istituti del decreto medesimo: ad esempio, l’anzianità di effettivo lavoro, il calcolo dei vari limiti di durata, le amministrazioni territoriali di riferimento per presentare le domande o svolgere gli esami congiunti sindacali.

Tra questi, in particolare, nella previsione dell’art 4 del d.lgs. n. 148/2015 viene riferito all’unità produttiva il conteggio dei limiti massimi temporali di fruizione della cassa integrazione.

Nè il decreto legge n. 18/2020 nè la circolare Inps 47/2020 giustificano letture differenti: tutta la procedura della cigo covid19 resta ancorata ai principi ordinari contenuti nel d.lgs n. 148/2015.

Tutte le previsioni normative del DL n. 18/2020 che se ne discostano sono indicate come deroghe espresse (cfr. commi 2, 3 4 dell'art. 19) alle relative previsioni del d.lgs. n. 148/2015.

Anche nella circolare Inps n.47/2020 il perno è sempre il d.lgs. n. 148/2015: le eccezioni sono sempre espressamente rilevate. Inoltre, in relazione ai limiti di durata di utilizzo e fruizione della cassa integrazione, in più passaggi si coglie la relazione con la dimensione aziendale e l’unità produttiva.

Ad esempio, la circolare n. 47/2020,

  •        al punto A) commentando l’art. 19, quando si parla dei limiti di fruizione che vengono derogati, ha come riferimento la dimensione aziendale:

        “Inoltre, il trattamento in questione deroga sia al limite dei 24 mesi (30 mesi per le imprese del settore edile e lapideo) nel quinquennio mobile, previsto, per la durata massima complessiva dei trattamenti, dall’articolo 4 del D.lgs n. 148/2015, sia al limite di 1/3 delle ore lavorabili di cui all’articolo 12, comma 5, del medesimo decreto legislativo. Pertanto, possono richiedere il trattamento di CIGO e di assegno ordinario con causale “COVID-19 nazionale” anche le  aziende che hanno già raggiunto i limiti di cui sopra.”;

  •        alla fine del paragrafo A), nello specchietto riassuntivo si legge:

  “Ci sono limiti per le aziende?

L’unico limite sono le nove settimane che devono collocarsi nell’arco temporale 23.2.2020 – 31.8.2020”

  •        al paragrafo H, con riferimento alla cig in deroga per le imprese plurilocalizzate, ai fini dell’individuazione del diritto ad accedere alla cig in deroga nazionale, si fa riferimento sempre all’unità produttiva ai fini della loro localizzazione sul territorio: “Con il citato decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, n.3 del 24 marzo 2020, laddove ci siano datori di lavoro con più unità produttive, site in cinque più Regioni o Province autonome, “c.d. Plurilocalizzate", la prestazione sarà concessa con decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, similmente a quanto già previsto in passato per la cassa integrazione in deroga” “Per i datori di lavoro plurilocalizzati, ma con unità produttive site in meno di cinque Regioni o Province autonome, la domanda è effettuata, ove ricorrono i presupposti, presso le Regioni dove hanno sede le singole unità produttive.” ·        al paragrafo I), infine, si legge: “Inoltre, tenuto conto che il periodo di trattamento ordinario di integrazione salariale concesso ai sensi dell’articolo 19 del decreto-legge n. 18/2020 non è conteggiato ai fini dei limiti previsti dall’articolo 4, commi 1 e 2, e dall’articolo 12 del D.lgs. n. 148/2015, si precisa che (….)

Sulla base di quanto sopra evidenziato, riteniamo che anche per le misure di cassa integrazione guadagni aventi la speciale causale covid19 – previste dal DL n. 18 del 2020 - il limite di nove settimane riconosciuto dal legislatore debba riferirsi, come sempre, alla singola unità produttiva richiedente il trattamento e non al singolo lavoratore.




ALTRE NEWS

  • NEWS
    CONFINDUSTRIA: VACCINAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO - CHIARIMENTI ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS26/4/2021
    Confindustria: Nuovo DL COVID - Nota illustrativa ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS19/04/2021
    Ordinanza del Ministro della salute 16 aprile 2021 - Nota illustrativaE' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, l’ordinanza del Ministro della salute 16 aprile 2021. Di seguito, il link: ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    EMERGENZA COVID-19Tutti gli aggiornamenti relativi ai provvedimenti e alle misure straordinarie messe in atto per fronteggiare l'emergenza generata ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS12/04/2021
    Confindustria: Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per ... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS31/03/2021
    Confindustria: COVID-19: aggiornamento sul tema delle deroghe all'obbl... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    SICUREZZA CHIMICA DEI PRODOTTIPROGETTO "LIFE ASKREACH" E LA BANCA DATI SCIP: tutto quello che c'č da sapere ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    NOTA DL SOSTEGNI ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    COLLABORAZIONE ASSOSPORT EPSIContinua la collaborazione tra Assosport e la European Platform for Sport Innovation ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS18/03/2021
    Confindustria: Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro - Documento ISS... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS30/03/2021
    ROAD TO RIMINIWELLNESS 2021Ufficializzate le date del Salone che si terrā dall'1 al 4 luglio 2021. Al via anche il ciclo di 4 webinar organizzati da Rimini W ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS80/03/2021
    Pandemia e trattamento di dati relativi alla vaccinazione anti Covid-1... ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS12/02/2021
    COVID-19 ultimi aggiornamenti su restrizioni applicate in Europa - 12/...In allegato l’ultima versione della mappatura relativa alle restrizioni applicate nei paesi europei elaborata dalla Covid Task For ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    SPORTING GOODS 2021: THE NEXT NORMAL​ PER UN INDUSTRIA IN DIVENIRE ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    ASSOSPORT A ISPO MUNICH ON LINEAnche Assosport e l'Italian Outdoor Group di Assosport saranno presenti alla versione digitale di Ispo Munich ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    decreto milleproroghe 2021Il Decreto Milleproroghe 2021 (Decreto Legge 3 dicembre 2020 n. 183) sospende fimo al 31 dicembre 2021 alcuni obblighi di etichett ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS22/12/2021
    COVID-19 aggiornamenti Stati Europei ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    COVID 19 - AGGIORNAMENTO MISURE EUROPEETutti gli aggiornamenti dalla COVID TASKFORCE di FESI - Federation of European Sporting Goods Industry, a cui Assosport partecipa ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS13/01/2020
    Every move counts towards better health - le nuove raccomandazioni del...A fine novembre 2020, sono state pubblicate le linee guida dell'OMS sull'attivitā fisica e il comportamento sedentario. Vengono fo ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    IL GRANDE FREDDO. LO SKIWEAR A -30%Ordini cancellati e merce ferma. Assosport chiede accesso al credito per sostenere la crisi del settore ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    2021: RIPARTIAMO CON LO SPORT E DALLO SPORTLa lettera della Presidente Anna Ferrino agli associati Assosport ...
    LEGGI TUTTO
  • NEWS
    22/12 - Nota aggiornamento DL Ristori ...
    LEGGI TUTTO




 



 

assosport@assosport.it
Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
c/o CONFINDUSTRIA VENETO
Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572
assosport@assosport.it
Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
c/o CONFINDUSTRIA VENETO
Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572