AREA
STAMPA


COMUNICATO STAMPA
10/19/2012 DA PORTLAND UN INVITO ALL’AUTOSTIMA PER LE AZIENDE DEL DISTRETTO DI MONTEBELLUNA Al via da oggi una nuova era per lo Sportsystem trevigiano., Si parte dal modello di Portland per rilanciare l’economia del territorio.

“È un po’ la sindrome del provinciale: non siete in grado di apprezzare quello che avete”. A dirlo è uno dei guru internazionali del design, Dwayne Edwards - Founder Pensole Footware Design Academy e President Pensole Design, colui che ha ideato la linea Jordan di Nike.

Sono molte le proposte lanciate alla tavola rotonda che si è tenuta ieri al Comune di Montebelluna tra il Distretto di Portland e quello di Montebelluna, organizzata dall'Associazione calzaturieri Museo dello Scarpone del distretto di Montebelluna e dall’IPA, Intesa Programmatica d’Area Montello Piave Sile (l’associazione dei comuni del montebellunese e delle associazioni di categoria) con il contributo di Assosport. Obiettivo? Rilanciare il distretto partendo dal confronto con Portland, una delle realtà dei più attive per lo sviluppo imprenditoriale e particolarmente rinomato per la calzatura sportiva e l'outdoor.

A Portland pubblico e privato vanno a pari passo: la Portland Development Commission si impegna per promuovere l’economia e lo sviluppo del territorio nella convinzione che l’equilibrio tra chi vive e chi lavora nell’area è fondamentale.

“Noi siamo importatori di talenti, - spiega Jennifer Nolfi Business & Industry Division Manager
Portland Development Commission – siamo la sesta città al mondo per numero di brevetti prodotti. Ci sono 980 mila lavoratori, 74 mila aziende: il nostro compito è quello di promuovere il dialogo tra il mondo imprenditoriale e le Università per essere sempre più competitivi”.

"E' necessario - spiega Manuela Viel, direttore di Assosport (Associazione nazionale fra i produttori di articoli sportivi) - supportare le aziende in questo momento difficile di crisi. Bisogna fare squadra imparando dagli esempi vincenti come quello di Portland. Anche il nostro territorio e le nostre associazioni offrono dei servizi ottimali che combinate con il know-how delle nostre aziende, possono essere la chiave per una competizione vincente. Perché non unirsi quindi al distretto di Portland in iniziative per rilanciare reciprocamente le nostre competenze?".

Tra le proposte c’è quella di borse studio per scambi culturali tra studenti americani e italiani: noi potremmo insegnare loro l’arte calzaturiera, loro potrebbero farci da maestri sui gusti USA sul design.

“Dobbiamo dare vita – commenta Antonio Lauro, presidente dell'Associazione calzaturieri Museo dello Scarpone del distretto di Montebelluna – a un nuovo modello organizzativo per fronteggiare la crisi. L’idea è quella di incentivare l'integrazione delle forze attive sul territorio (Istituzioni pubbliche e private, imprenditori e professionisti ...) per azioni congiunte per fungere da stimolo e supporto allo sviluppo. Con le proposte concrete che sono state lanciate noi ci faremo promotori per poterle realizzare con un gioco di squadra tra pubblico e privato in cui ognuno sarà chiamato a fare la propria parte come ci hanno insegnato i rappresentanti di Portland”.

Dichiara Marzio Favero, Sindaco di Montebelluna e Presidente dell’Intesa Programmatica d’Area Montello-Piave-Sile : “È importante che Portland, capitale mondiale della calzatura sportiva, veda in Montebelluna l’interlocutore privilegiato e che, nell’età del computer, ci richieda la figura del modellista con i suoi saperi artigianali. Il modello che avevo proposto di network tra enti pubblici e imprese, Università e scuola, lo troviamo già attuato a Portland. Infine, è da mutuare l’approccio olista dei nostri amici americani per i quali il design si estende dalla calzatura all’abbigliamento per arrivare all’urbanistica al servizio di una comunità che vive, simbolicamente e fattivamente, i prodotti che genera”.





 



 

assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535
assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535