AREA
STAMPA


COMUNICATO STAMPA
03/05/2008 IL MERCATO CINESE DELLO SPORT COMPLESSO MA LE AZIENDE ITALIANE DELLO SPORTSYSTEM SONO PRONTE AD AFFRONTARLO CON DETERMINAZIONE

Assosport e l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero hanno guidato e coordinato la delegazione di aziende italiane produttrici di articoli sportivi presenti all’Italian Village a Ispo China 2008 a Pechino dal 24 al 26 febbraio.

 

Si è conclusa con successo la missione a Pechino che Assosport ha coordinato in collaborazione con l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero e con il Ministero Italiano del Commercio Internazionale a Ispo China 2008.

Più di 11.000 i visitatori nei 3 giorni di Ispo China, tra i 329 brands di 21 paesi diversi presenti all’International Exibition Centre spiccavano le aziende italiane dell’Italian Village: Bailo, Brugi (marchi: Ast, Nordsen), Safilo Group (marchio Carrera), Colmar, E.R. Rovera, Etruria e Zetema (marchi Lamborghini, Cicli Frugeri, Flor’s, Balboni e Mueller), Kong, Masters, Mico Sport, Roces, Tecnica Group (marchi: Tecnica, Dolomite, Nitro, Nordica, Rollerblade). Il Presidente di Assosport Giancarlo Zanatta assieme al Direttore dell’Ice di Pechino dott. Antonio Laspina hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione ufficiale della Fiera.

Ecco una carrellata di pareri di alcuni rappresentanti delle aziende italiane sul tema del mercato cinese.

 

PAOLO ZALTRON – Direttore Generale MASTERS: “Il nostro obiettivo a Ispo China 08 era di consolidare i risultati ottenuti nelle precedenti due edizioni, il primo anno era quasi una scommessa, lo scorso anno abbiamo dato il via ai primi accordi commerciali, quest’anno puntiamo all’espansione. Affrontiamo il mercato cinese sia con la Distribuzione ma anche con i clienti privati. E’ importante esserci a pochi mesi da un evento planetario come i Giochi Olimpici”.

 

GIULIO COLOMBO – Manifattura Mario Colombo COLMAR: “Abbiamo partecipato a Ispo China convinti che il mercato della Cina e dell’Asia in genere siano il futuro visto che quello occidentale è in una fase di oggettiva maturità. Il ns. obiettivo è di  approfondire la conoscenza del mercato cinese e sviluppare nuovi contatti per la distribuzione di Colmar. Per ora è ancora un mercato potenziale, ma abbiamo riscontrato notevole interesse sia per la ns. collezione sia per i prodotti italiani in genere. Quello cinese è un mercato completamente diverso in cui le tradizionali logiche di approccio “europee” probabilmente non funzionano. Noi abbiamo cominciato a vendere e di anno in anno notiamo significativi progressi”.

 

ALFONSO DE ANTONI – Responsabile Sport Department SAFILO GROUP: “Per noi in Cina è tutto da scoprire, è un nuovo mercato potenziale da affrontare. Il prodotto è da adeguare perché il fitting del consumatore è differente da quello europeo. La cosa positiva è che i caschi e le maschere, prodotti molto di nicchia, sono associati dal consumer cinese all’Italian Style e questo è un plus. Mi aspetto da questa presenza in Fiera di trovare un rappresentante/distributore per la Cina”.

 

ANNA ZOTTA BAILO – Export Manager BAILO: “Abbiamo puntato a consolidare la presenza del nostro brand nei 3 anni di partecipazione alla fiera, ogni edizione ci ha permesso di fare un passo in avanti e di capire meglio il mercato cinese. Le dinamiche di questo mercato sono molto differenti dalle nostre, non c’è un vero e proprio schema distributivo, la scelta è tra essere presente nei department store con un Big Group oppure nei negozi indipendenti. Lo scorso anno abbiamo conosciuto un Gruppo di Acquisto, ora iniziamo ufficialmente il ns. business non solo per la Cina ma in generale per il mondo asiatico. La percezione dell’Italian Style è molto buona, e positiva”.

 

MARCO SEMPREBONI – Responsabile Commerciale e Marketing BRUGI: “Crediamo in questo mercato potenziale prendendo esempio da marchi già consolidati che hanno già percorso questa strada. La nostra presenza qui è una conferma della conoscenza del brand da parte del consumer cinese, dei clienti infatti sono ritornati da noi. Ci aspettiamo ora una maggiore diffusione, una crescente attenzione da parte della stampa locale, un interesse sempre più concreto. Le Olimpiadi, simbolo di aggregazione nello sport, possono dare una ricaduta importante e positiva in caso di vittorie di atleti italiani. Essere qui a Ispo China ci serve per capire come muoverci in questo mercato, è una nazione talmente vasta che si fa fatica a comprendere chi potrebbero essere i referenti giusti e come sono organizzati”.

 

LUCA MASTELLINI – Responsabile Commerciale e Marketing Italia MICO SPORT: “Vogliamo portare avanti con forza un qualcosa in cui crediamo molto, bisogna cogliere l’attimo e sfruttare la possibilità di trovare nuovi mercati. Dopo due anni di partecipazione a Ispo China abbiamo finalmente qualche cliente, le località sciistiche stanno crescendo e l’indotto che si creerà è pazzesco. Giochiamo le nostre carte sull’Italian Style, sul design, sulla qualità. Queste sono le uniche armi che abbiamo per approcciare questo mercato, che per alcuni versi mi ricorda quello russo”.

 

ARIANNA COLOMBARI – Responsabile Marketing NORDICA e ROLLERBLADE: “Come Gruppo Tecnica abbiamo aperto da tre anni una filiale a Pechino. La partecipazione a Ispo China serve quindi a rafforzare la nostra presenza in Cina nel settore sci, footwear, pattini in linea e abbigliamento. Il paese è sempre più pronto a recepire. Abbiamo notato un miglioramento totale, sia come Fiera Ispo China sia come progressione del consumatore a interagire con brand tecnici come i nostri. In questo momento forse è l’abbigliamento Dolomite il marchio più pronto ad andare incontro ai gusti e alle preferenze al consumatore cinese, ma con la crescita delle località sciistiche cinesi siamo convinti che anche l’attrezzo sarà ben presto recepito.”

 

MANUELA VIEL – Direttore di ASSOSPORT: “Siamo soddisfatti degli esiti della missione a Pechino, questa 4^ edizione di Ispo China ha fatto segnare dei sostanziali passi in avanti per le nostre aziende associate. La scelta di spostarla, dopo due edizioni, da Shanghai a Pechino è stata significativa soprattutto per le aziende degli sport invernali. Ritengo invece che per altri settori specifici, come ad esempio il fitness, saranno da valutare altre location e periodi.

La collaborazione esistente con Ice e Ministero del Commercio Estero sta dando i suoi frutti. L’iniziativa infatti non si ferma solamente all’organizzazione di uno spazio espositivo in fiera ma si estende anche ad altri progetti collaterali come ad esempio visite mirate a società di sourcing e distribuzione, incontri con la stampa locale per promuovere ulteriormente i prodotti italiani, per garantire sempre massima visibilità. Sicuramente la presenza in Cina di significativi rappresentanti del mondo dello sport a 5 mesi dalle Olimpiadi è stato anche uno step intermedio di preparazione. Assosport sta infatti valutando come valorizzare l’eccellenza italiana dello sport in occasione di questo appuntamento mondiale, unico e di innegabile prestigio”.





 



 

assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535
assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535