AREA
STAMPA


COMUNICATO STAMPA
06/14/2013 4,2 MILIARDI DI EURO DI FATTURATO, +1,92% Assosport lancia una provocazione al mondo bancario con una simbolica raccolta soldi in un salvadanaio per protestare contro il sistema creditizio, assente in questo momento storico di difficoltà economica., Oggi conclusione del progetto “Dote InMovimento” con i campioni dello sport.

"Siamo – dichiara il Presidente di Assosport Luca Businaro - un Paese industriale, abbiamo le migliori piccole e medie imprese europee che innovano ed entrano nei mercati mondiali con prodotti di qualità e tutti ci invidiano, ancora oggi. Lo Stato, l’Europa, si sono attivati per salvare le banche per errori, speculazione, perdite e malagestione senza mai considerare che la ripresa non avviene con le Banche, ma con le Imprese e le Banche insieme. Tutte devono sostenere il sistema industriale che loro stesse hanno minato. Il salvataggio delle banche deve essere condizionato ad una gestione sorvegliata. Non possiamo continuare a dare soldi “gratis” alle banche per coprire le perdite e gli errori e poi le banche stesse uccidono l’industria togliendo la liquidità, linfa necessaria per ogni attività imprenditoriale”.

Presentati oggi in occasione dell’Assemblea di Assosport i dati dell’Associazione alla Ghirada: 97,7% sono società di capitali, il 94% è presente nel mercato da oltre 10 anni.

“I dati aggregati di Assosport – commenta Luca Businaro – delineano un trend in crescita: un’ottima notizia per tutto il mercato Italia che trova nel comparto sportivo un esempio virtuoso. Il Margine Operativo Lordo ammonta a 156 milioni di euro per un fatturato aggregato di più di 4,2 miliardi di euro (fatturato medio di 34 milioni di euro)”. I dati si riferiscono al 2011.

La maggior parte delle Associate ha sede nel Nord Italia, ha tra i 10 e i 50 dipendenti per un totale di 12.937 addetti. I dati, analizzati da Cerved Group, delineano un settore in salute, che guarda al futuro con ottimismo.

Tuttavia i risultati del 2012 e del primo trimestre 2013 indicano un quadro in chiaroscuro: la situazione del settore sportivo in termini di sell out è stata di stallo a chiusura 2012 con l’abbigliamento a -0,6% e la calzatura a 0,3%, ma è peggiorata con l’inizio del 2013. Secondo i dati NPD (dati al consumo) infatti l’anno terminante a marzo 2013 ha segnato un -6% per l’abbigliamento e -2% per la calzatura.

 A seguito dell’Assemblea si è tenuto il convegno “Lo sport: un diritto di tutti” a conclusione del progetto “Dote InMovimento”: 1000 richieste arrivate, oltre 500 buoni Dote-Sport emessi, 600 società sportive che hanno partecipato all’iniziativa promossa da Assosport per sostenere i costi che le famiglie affrontano per permettere ai figli di fare sport.

 “Promuovere il movimento – spiega Luca Businaro - è fondamentale per crescere generazioni sane e con i giusti valori: come associazione confindustriale abbiamo voluto farci promotori di una raccolta fondi per incentivare l’attività fisica dei bambini. Poter accontentare oltre 500 bambini è stata per noi la più grande soddisfazione: ci auguriamo di poter continuare anche il prossimo anno con questa iniziativa”.

"Lo sport – dichiara Elena Donazzan, Assessore all'Istruzione, alla Formazione e al Lavoro della Regione del Veneto - educa, forma, fa crescere nel rispetto delle regole con lo stimolo dei risultati. Un popolo formato così è un popolo più forte e consapevole e la cosa straordinaria è che questo progetto educativo è stato proposto dalle imprese e partecipato dalla Regione e dal Ministero, quindi dalla cosa pubblica in adesione ad una proposta educativa privata. Perché ciò che conta è avere l'obiettivo comune di dare sempre più opportunità di crescere bene ai nostri giovani, popolo italiano di domani: ecco perché abbiamo deciso di impegnarci a sostenere anche per il prossimo anno questo progetto".

 

 

Premiati oggi  i bambini che hanno beneficiato del buono “Dote Sport” e che si sono distinti nel corso dell’anno e le 10 società sportive ritenute “più meritevoli” nell’ambito del progetto. A consegnare i riconoscimenti ai vincitori sono Maurizia Cacciatori, testimonial del progetto e campionessa di Volley, Igor Cassina, campione olimpico di Ginnastica, Silvia Marangoni, campionessa di Pattinaggio Artistico, Andrea Lo Cicero, campione di rugby, Pasquale Gravina, ex pallavolista della cosiddetta “Generazione dei Fenomeni”, e Lorenzo Bernardi, Mister Secolo della Pallavolo.

Con il patrocinio del CONI, la collaborazione del main sponsor Regione del Veneto, il sostegno dei numerosi sponsor intervenuti e i fondi raccolti con tre aste sono stati stanziati 80 mila euro: il progetto pilota è partito in Veneto con l’obiettivo di essere poi proposto in tutta Italia.





 



 

assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535
assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535