AREA
STAMPA


COMUNICATO STAMPA
02/14/2011 LE AZIENDE VENETE DI ASSOSPORT A ISPO WINTER A MONACO Assosport con le Aziende Italiane dello Sportsystem a Monaco di Baviera in occasione di Ispo Winter 2011, la fiera europea pił importante dell’articolo e dell’attrezzo sportivo.

Da domenica 6 febbraio a mercoledì 9 febbraio si è svolta alla Fiera di Monaco di Baviera l’Ispo Winter, da 40 anni la fiera internazionale di riferimento per il mondo dello sport business.

Numeri record: sono 2.200 gli espositori da 49 paesi, occupazione completa dei padiglioni, per un totale di circa 180.000 metri quadri, e Assosport (Associazione Nazionale dei produttori di articoli sportivi) anche quest’anno ha offerto ai propri associati uno spazio riservato con un servizio hospitality, supporto logistico, internet point e ufficio stampa, ha raccolto i pareri di alcune aziende associate. Il Direttore Manuela Viel ha posto alle proprie associate domande sullo stato attuale del mercato dello Sportsystem, sui feed-back della fiera e sulle novità di prodotto presentate a Ispo.

 

Luca Businaro – Presidente di Assosport e AD di Novation spa

Ispo Winter si conferma la fiera più importante dell’anno per il mercato dell’articolo sportivo invernale e per l’innovazione tecnologica del settore. Le aziende italiane hanno confermato il primato tecnologico e qualitativo arrivando a classificarsi ai primi posti degli Ispo Awards. I segnali di mercato raccolti parlando con gli imprenditori presenti confermano una ripresa dei consumi nell’Europa continentale, l’affacciarsi dei mercati dell’Est. Il tutto rafforzato dal continuo investimento in Ricerca & Sviluppo e innovazione che ha sempre contraddistinto, e continua a farlo, le imprese italiane come innovatrici, qualitativamente all’avanguardia e promotrici di un allargamento del consumo.

 

Flavio Milani – AD Fremil International (marchi West Scout e Ciesse Piumini)

A mio parere Ispo è sempre una bella fiera ma quest’anno ho notato meno visitatori, il passaggio di operatori di mercato negli stand dell’abbigliamento è stato inferiore rispetto allo scorso anno. Abbiamo presentato per la prima volta il rientro nel mercato di Ciesse Piumini, brand storico del panorama italiano, con uno stand dedicato. Per noi è un progetto molto importante. Come West Scout abbiamo portato non solo prodotti classici, ma anche capi con alti contenuti tecnici innovativi. Mi sento di dire come Consigliere di Assosport che ho grande ottimismo per il futuro, abbiamo messo a punto dei progetti molto importanti che ora porteremo avanti con decisione. In generale il settore sport va bene, il numero degli operatori è però sovradimensionato rispetto alle reali necessità del mercato, vincerà il migliore!

 

Enrico Bedin – Direttore Commerciale Garmont

Il primo giorno Ispo è iniziato un po’ in sordina, non abbiamo visto moltissima gente. Poi nei giorni successivi il flusso è aumentato. Ho notato meno visitatori italiani qui in fiera, forse la poca neve ha frenato un po’ gli operatori del settore. Presentiamo una linea Freeride nuova, con 4 modelli, con 4 norme Iso, che sarà molto importante per il mercato mondiale. Il settore neve dopo un novembre e dicembre positivi ha avuto un mese di gennaio un po’ in frenata. C’è un po’ di preoccupazione da parte degli operatori del settore. Il mondo Trekking sta andando molto bene, la mancanza di neve ha portato un anticipo di primavera e conseguentemente la voglia di camminare all’aria aperta. Per questo motivo stiamo vendendo molte scarpe basse da passeggiata.

 

Emilio Fontana – Direttore Marketing Amer Sport (Wilson, Atomic, Precor, Suunto)

Da parte dei buyers c’è parecchio interesse qui a Ispo per le nuove collezioni, si confermano nuovi segmenti nel settore dell’attrezzo, in particolare il Freeski. Siamo in attesa dei Mondiali di Sci Alpino di Garmisch, come Atomic abbiamo forti aspettative per gli atleti da noi sponsorizzati.

 

Anna Salice – Titolare di Salice

Ispo è più tranquillo quest’anno. Salice presenta molte novità di prodotto, continuiamo a credere ed a investire. Sono convinta che dopo la crisi economica a breve ripartirà tutto, bisogna quindi restare sul mercato e fidelizzare sempre di più il consumatore ed il negoziante. Avremo comunque un anno difficile a livello di economia globale e di problemi reali, ma si ripartirà. Crescono le nuove discipline, le ciaspole, il Freeski, le camminate in montagna, lo sci alpinismo. Cresce la consapevolezza di voler fare sport più a buon mercato, senza avere i costi di skipass e impianti. C’è forte bisogno di godersi il tempo libero, di rilassare il corpo e di far riposare la mente, vivendo a 360 gradi la bellezza della montagna.

 

Giulio Colombo – AD Colmar

Ho notato una buona affluenza qui a Ispo Winter. Presentiamo le nuove collezioni nel settore dello sci, del golf e di Colmar Original, la nuova linea sport che sta funzionando molto bene anche all’estero. Crediamo molto nel golf, puntiamo forte sul nostro testimonial Edoardo Molinari e grazie agli ottimi risultati agonistici che sta ottenendo puntiamo a raccogliere soprattutto all’estero dove il golf è uno sport molto praticato. Ai Mondiali di Garmisch saremo presenti come Fornitori Tecnici delle Nazionali Croata e Inglese. Abbiamo grandi aspettative su Ivica Kostelic che quest’anno pare imbattibile e ci sta dando tante soddisfazioni.

 

Giorgio Borgognoni – Tesoriere di Assosport e Presidente di Assosportex

Qui a Ispo ho notato un’ulteriore forte ricerca tecnologica nei tessuti e nei materiali, con attenzione rivolta al settore tecnico e all’ecologia, declinata in tutte le sue possibilità. Non è più un prodotto tecnico esasperato, ma è rivolto alla massa, rivolto allo sportivo di tutti i giorni che vuole un capo con meno performance, ma che gli dia qualcosa di più. Obiettivo di Assosportex è di trovare soluzioni nuove da proporre poi alle aziende. La prima fase riguarda l’innovazione molto spinta, la seconda fase invece i prodotti vengono tarati sugli sportivi praticanti di tutti i giorni. Il clima pazzo di questi ultimi anni ci ha fatto capire che si doveva pensare a dei prodotti che potessero fronteggiare le frequenti escursioni termiche. Abbiamo quindi pensato a dei materiali “camaleonte termici” che permettessero allo sportivo di uscire pesante ed essere leggero. Ispo di quest’anno è in linea come nelle recenti edizioni, ci sono meno visitatori ma sono più qualificati e ci meno curiosi. Sono ritornati i buyers di altri paesi, è un buon segnale, forse la crisi sta finendo, si sta espandendo in senso globale.

 

Anna Bailo – Bailo

Qui in fiera abbiamo presentato collezioni sci nuove, il marchio è stato rinfrescato nel lettering, anche se rimane sostanzialmente lo stesso da 60 anni. Continua, e lo sarà ancora per altri 6 anni, la nostra collaborazione con la Associazione Maestri di Sci. Questo ci sta dando parecchia visibilità e avvicina il consumatore a tutte le altre nostre collezioni, grazie a questa partnership attiriamo parecchi compratori del nostro marchio. Sono in crescita le nuove forme di sport per vivere la montagna, per esempio le passeggiate, con o senza ciaspole, danno la possibilità di scoprire la natura a costi minori rispetto allo sci e senza lo stress delle code agli impianti.

 

Maurizio Di Trani - Direttore Marketing Tecnica

Per il secondo anno consecutivo il Gruppo Tecnica vince un Ispo Award, questo è motivo di grande orgoglio, e lo vince con il marchio Blizzard nella categoria Freeride, importantissimo per l’Export in particolare per i nostri mercati nordamericani. Il Freeride è un segmento in forte crescita, e questo riconoscimento premia la bontà della scelta del Gruppo dell’acquisizione di Blizzard. Per noi Innovazione vera e Tecnologia vera sono le strade del futuro da perseguire, in più la proposizione al mercato con le capacità di comunicare le valenze tecniche del prodotto.  Nel Racing i nostri atleti sponsorizzati vanno molto bene questa stagione in Coppa del Mondo e ci attendiamo grandi cose dai Mondiali di Sci Alpino di Garmisch.

I nostri Moon Boot sono da sempre un prodotto cult, addirittura è stato citato come uno degli oggetti che hanno contribuito a realizzare i 150 anni dell’Unità d’Italia, quantomeno a livello di costume. Sta riesplodendo come prodotto in versione “urban”, per un uso più cittadino del doposci. Sta entrando nelle migliori boutique del mondo, anche nel settore Fashion, dimostrando di avere straordinarie potenzialità.

 

Giancarlo Zanatta – Nordica

Gli atleti Nordica continuano a mietere successi nel Racing in Coppa del Mondo. Qui a Ispo sono venuti a trovarci Razzoli, Paris, Myhrer, Hargin. Gli atleti da noi sponsorizzati non sono tanti, ma sono molto forti. Speriamo di poter raccogliere qualche buon risultato, ovvero delle medaglie, anche ai Mondiali di Garmisch. Crescono molto le nuove discipline del mondo neve, come Freeride e Freeski. Nelle vendite il nostro prodotto sta ottenendo successi insperati, stiamo passando nelle grandi catene distributive con i nostri sci. Lo scarpone conferma la grande tradizione di Nordica ed è sempre molto richiesto. Per ora c’è ottimismo, anche se dobbiamo attendere i risultati della campagna vendite a fine aprile, siamo soddisfatti perché stiamo vendendo bene negli Usa, dove c’è parecchia neve quest’anno e i consumi sono ripartiti.

 

Alberto Zanatta – Tecnica

Per il secondo anno consecutivo vinciamo un premio ad Ispo. I nostri investimenti nell’area prodotto ci stanno portando a questi prestigiosi riconoscimenti. Destiniamo circa il 6 % del fatturato, quindi una quota importante, in Ricerca & Sviluppo. Abbiamo un Centro Ricerca & Sviluppo Prodotto del Gruppo dove lavorano parecchie persone molto qualificate. Sono aumentati gli investimenti in stampi. E’ molto importante oltre al prodotto avere anche un brand forte per avere successo nello Sportsystem. Si arriva alle reti distributive grazie anche ad un brand forte.

Il mercato dell’Est si sta muovendo in maniera estremamente dinamica, Polonia, Russia, Repubblica Ceca, sono mercati in crescita e importanti.

 

Vittorio Cafaggi – Dainese

Abbiamo siglato un importantissimo accordo con la Federazione Internazionale di Sci per fornire il nostro sistema di protezione air-bag per le discipline veloci: SuperG, Discesa Libera, Slalom Gigante. La Ricerca & Sviluppo incide tantissimo in una azienda come Dainese. La ragione dell’esistenza di Dainese è la ricerca di sicurezza. Nel momento in cui si fanno degli investimenti, abbiamo gli atleti che grazie alla loro disponibilità a raccogliere i dati, ci danno le indicazioni per sviluppare le nostre protezioni. In base alle esperienze maturate in tanti anni di protezione per la moto in pista e stradale ci apprestiamo a realizzare quelle per le discipline veloci dello sci. E’ un sistema protettivo che chiamiamo Intelligence Protective, abbiamo inserito una piattaforma inerziale con dei sensori nel paraschiena Wave. Serve per analizzare la dinamica della discesa. Sempre nel campo della sicurezza abbiamo in essere vari rapporti di collaborazione con Università italiane ed europee.





 



 

assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535
assosport@assosport.it
P.zza Garibaldi 13 - 31100 - TREVISO
Tel 0422 410087 - 419167 - Fax 0422 579535