DATI


DATI MERCATO ARTICOLI SPORTIVI
DATI CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA
DATI ECONOMICO-FINANZIARI
ALTRI DATI
DATI CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA
  • 2019.05.21 CSC - L'IPER-AMMORTAMENTO È PIACIUTO ALLE IMPRESE ITALIANETrasmettiamo l’ Infografica del CSC di Confindustria avente per oggetto: L’iper-ammortamento è piaciuto alle imprese italiane La trasformazione digitale da diversi anni è oggetto di ambiziosi piani di politica industriale in tutte le principali economie avanzate del mondo. L’Italia, pur se in ritardo, si è dotata dal 2016 di una strategia nazionale di medio-lungo periodo in linea con le best practice internazionali. L’iper-ammortamento è stata la principale misura contenuta nel Piano Nazionale Industria 4.0. Le stime del CSC e del Dipartimento Finanze del MEF, basate per la prima volta su dati reali delle dichiarazioni dei redditi delle imprese, indicano che l'obiettivo del Governo di mobilitare 10 miliardi di investimenti in macchinari "intelligenti" nel 2017 è stato centrato. La misura è stata utilizzata in prevalenza da imprese: 1. di piccola e media dimensione (66,7 per cento degli investimenti); 2. appartenenti al settore manifatturiero (86,3 per cento), con in testa il comparto dei prodotti in metallo; 3. localizzate nel Nord Italia (82,1 per cento).Infografica+CSC_Iper-ammortamento_150519_Confindustria.pdf
  • 2019.05.15 CSC - RAPPORTO SULL'INDUSTRIA ITALIANA 2019Trasmettiamo in allegato il rapporto sull’industria italiana 2019 redatto dal Centro Studi di Confindustria.Confindustria CSC-+industria+_140519_Confindustria_.pdf
  • 2019.02 CONGIUNTURA FLASH - FEBBRAIO 2019 ITALIA: SOFFRE L'INDUSTRIA, TENGONO FINORA I CONSUMI. PESA L'EUROZONA DEBOLE, RISCHI DA UNA FRENATA USATrasmettiamo il numero di febbraio 2019 di "Congiuntura Flash", l'analisi mensile condotta dal Centro Studi di Confindustria che analizza l'andamento congiunturale internazionale. Italia: soffre l’industria, tengono finora i consumi. Pesa l’Eurozona debole, rischi da una frenata USA. Per l’Italia un anno difficile: export debole, investimenti attesi in calo, soffre l’industria. Tengono finora i consumi, ma con un futuro incerto. Dai mercati rischi sul credito. Il commercio globale è in calo: Cina in rallentamento e pesa l’Eurozona debole, con la manifattura in flessione e la BCE che tiene i tassi a zero. Rischi di una frenata USA. Il focus del mese - Dallo sblocco dei cantieri la svolta per le costruzioni.CF febbraio 2019.pdf
  • INFOGRAFICA CSC - L'ARITMETICA DELLA CRESCITA ITALIANAItalia sempre meno dinamica rispetto al resto dell'Eurozona CSC aritmetica della crescita italiana.pdf
  • INDAGINE RAPIDA SULLA PRODUZIONE INDUSTRIALE ITALIANA - GENNAIO 2019Il marginale incremento dell’attività è spiegato da un aumento della domanda estera, a fronte di una domanda interna fiacca, come segnalato dalle valutazioni degli imprenditori manifatturieri. Dinamica degli ordini e attese delle imprese non lasciano intravedere alcuna accelerazione nel breve termine.Indagine Rapida Gennaio 2019.pdf
  • NOTA DEL CSC - BREXIT, TEMPI E MODALITÀ DI USCITA PIÙ INCERTI. QUALI LE CONSEGUENZE PER LE IMPRESE ITALIANE (ED EUROPEE)?Trasmettiamo la nota del Centro Studi di Confindustria sul tema: Brexit, tempi e modalità di uscita più incerti. Quali le conseguenze per le imprese italiane (ed europee)? Quali le previsioni per l'economia britannica alla luce dei nuovi eventi? La più elevata incertezza come influirà sulle strategie di multinazionali e imprese esportatrici legate al Regno Unito? Quali le precauzioni già messe in campo dalla Commissione europea? A queste domande risponde la prima Nota dal CSC del 2019. Nota dal CSC n.1-2019.pdf
  • PERCHÈ LA FRENATA TEDESCA INCIDE SULL'ECONOMIA ITALIANA?Perche lafrenata tedesca incide economia italiana.pdf
  • 2018.12 QUALI RISCHI FINANZIARI PER L'ECONOMIA ITALIANA?L'Italia in posizione anomala sulla curva rischio-rendimento.....Infografica+dal+CSC+-+quali+rischi+finanziari+per+economia+italiana.pdf
  • 2018.11 INDAGINE RAPIDA SULLA PRODUZIONE INDUSTRIALETrasmettiamo l'indagine rapida sulla produzione industriale condotta dal CSC - Centro Studi Confindustria – che rileva un calo della produzione industriale dello 0,5% in novembre su ottobre, quando è stimata aumentare dello 0,1% su settembre. La produzione industriale italiana è stimata diminuire in novembre su ottobre, confermando il peggioramento del contesto economico. Il calo dell’attività è spiegato dal venir meno del sostegno di entrambe le componenti della domanda ed è coerente con l’andamento negativo del clima di fiducia degli imprenditori manifatturieri. Dinamica degli ordini e attese delle imprese non lasciano intravedere alcun miglioramento nel breve termine. Indagine Rapida Novembre 2018.pdf
  • 2018.12 COSA VUOL DIRE LA BOCCIATURA UE?cosa vuol dire la bocciature ue.jpg




  •  



     

    assosport@assosport.it
    Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
    c/o CONFINDUSTRIA VENETO
    Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572
    assosport@assosport.it
    Via Torino 151/C, 30172 - MESTRE (VE)
    c/o CONFINDUSTRIA VENETO
    Tel 041 2517509 - Fax 041 2517572